Cerca nel sito


I Musei delle Grotte e del Lavoro

 

Nell'edificio dell'antico mulino sono organizzati oggi 2 spazi museali: il Museo delle Grotte ed il Museo del Lavoro della Valle del Lucido

Il Museo delle Grotte di Equi, dedicato a Cesare Augusto Ambrosi, è collocato in un antico mulino ad acqua ristrutturato all’interno del GeoArcheoPark omonimo. Nel Museo è organizzato un percorso espositivo-didattico che contiene anche la fedele riproduzione 1:1 del gigantesco orso delle caverne (Ursus spelaeus) e dell’uomo di Neanderthal (Homo neanderthalensis) con pannelli illustrativi sui primi abitanti delle Grotte e della Tecchia.

Il Museo del lavoro nella Valle del Lucido, intitolato all’opera del grande fotografo carrarino “Ilario Bessi”, è dedicato ai lavoratori della Valle e documenta con oggetti, fotografie e filmati, il passaggio dall’economia agro-silvo-pastorale all'economia industriale con tutte le sue conseguenze storiche e culturali. La Valle del Lucido fu infatti caratterizzata da uno sviluppo industriale diverso dal resto della Lunigiana, grazie alla presenza di cave di marmo e quarzite, fornaci di laterizi e calce, segherie e centrali idroelettriche per l’attività industriale. Il museo costituisce quindi una “banca della memoria” per difendere e tramandare l’identità del lavoro passato.

Il complesso è infine dotato di due sale adibite a laboratorio didattico, per attività pratiche di paleontologia e archeologia e spazio audiovisivi

Entrambi i musei sono visitabili con l'unico biglietto d'ingresso alle Grotte di Equi o ai percorsi geo-naturalistici (vai alla pagina visite e tariffe)

Per informazioni e prenotazioni: segreteria@lunigianasostenibile.it, 3385814482

 

Galleria foto: I Musei delle Grotte e del Lavoro